La Unione Europea è il piano di HITLER realizzato.

13442286_10153743382783546_7313760891686773069_n

La storia ci dice che Hitler si sia suicidato nel suo bunker per non farsi catturare dagli alleati.
La verità è che il Fuhrer se ne andò a svecchiare in Sud America e i fatti d’oggi ci dicono che ha vinto la seconda guerra mondiale. Come?
La moneta unica, il libero mercato e anche l’espressione Stati Uniti d’Europa, apparentemente il sogno di alti ufficiali nazisti, tra cui il Fuhrer stesso ma erano solo gli esecutori. Bisogna capire chi c’era allora dietro il piano criminale del Fuhrer come chi c’era dietro i piani criminali di Bin Laden, anch’egli ucciso in un fantomatico attacco nel compound di Abbottabad per poi scaricarlo in mare e ancora oggi chi c’è dietro i piani criminali del Califfo di Bagdad Abu Bakr al-Baghdadi che guarda caso proprio oggi il suo gruppo jihadista ha rivendicato la strage nella zona centrale di Orlando, in Florida.
Non a caso l’unico paese che beneficia dell’Unione Europea è la Germania, proprio come Hitler aveva previsto.
Non è un caso che quasi tutti i paesi dell’Unione Europea sono sempre più poveri, mentre, l’economia tedesca, continua a crescere, come non è un caso la minaccia alla Gran Bretagna del ministro delle finanze tedesco Wolfgang Schauble in caso di BREXIT.
Consapevolmente o meno, coloro che sostengono e difendono l’Unione europea, stanno sostenendo l’eredità nazista. L’Unione Europea è stata ispirata dai nazisti, Hitler è l’uomo che ha dato le ossa ai sogni espressi da Carlo Magno e Napoleone, ma il tocco finale per l’UE, come la conosciamo, è stato messo in atto durante la seconda guerra mondiale da un uomo chiamato Walther Funk, che è stato presidente della Reichsbank e direttore della Banca dei Regolamenti Internazionali.
E’ stato Funk che ha predetto l’avvento dell’unità economica europea. Funk è stato anche ministro dell’economia di Adolf Hitler. I nazisti volevano sbarazzarsi del disordine delle piccole nazioni che compongono l’Europa e il loro piano era abbastanza semplice.
Non è un caso che l’Unione Europea sia così vicina al piano di Hitler per l’Europa del dopoguerra.
Il piano comprendeva i dettagli per la creazione di un’integrazione economica europea e la fondazione di un Unione Europea su base federale.
Il piano nazista per un Europa federale si basava sulla convinzione di Lenin che la federazione è una forma di transizione verso la completa unione di tutte le nazioni.
E’ impossibile trovare una differenza tra il piano di Hitler, per una nuova Stati Uniti d’Europa, dominata dalla Germania e l’Unione europea a trazione tedesca che abbiamo oggi.

Rispondi