La Massoneria dietro il movimento femminista

Il movimento femminista si propone di far acquisire alla donna la piena libertà, come la chiamano loro. E nella pratica questo significa che il suo obbiettivo è quello di indurre la donna a sentirsi libera di vestirsi in maniera indecorosa, libera di non avere figli, o di non avere molti figli, libera di abortire, libera di fare una carriera lavorativa per fare la quale occorre trascurare il proprio marito e i propri figli, libera di fare quello che vuole insomma, anche eventualmente di abbandonare il proprio marito per sposarsi un altro uomo. Per riassumere in poche parole l’obbiettivo di questo movimento, potremmo dire che questo movimento si propone di indurre la donna a ribellarsi alla Parola di Dio, e quindi di non sottomettersi al suo capo che è l’uomo. Gli slogan di questo movimento sono: ‘Donna è bello’, e ‘Donne non si nasce ma si diventa’.

E questo movimento femminista ha fatto tante vittime, dove ormai tante donne in nome di questa presunta emancipazione femminile si vestono in maniera indecente, impediscono il concepimento, abortiscono, si fanno sterilizzare, divorziano dai propri mariti e si risposano, trascurano la famiglia (e quindi anche i figli) perchè vogliono fare carriera nella società, (cosa questa che è vietata loro in quanto l’apostolo Paolo dice a Timoteo: “La donna impari in silenzio con ogni sottomissione. Poiché non permetto alla donna d’insegnare, né d’usare autorità sul marito, ma stia in silenzio”) per poi arrivare a ricoprire la posizione di presidenti o moderatrici di questa o quell’altra denominazione evangelica. E si badi che alcune di queste donne sono pure lesbiche: ovviamente questo in nome della piena libertà sessuale che il movimento femminista promuove. E’ chiaramente un movimento il cui padre è il diavolo.

Bene, dovete sapere che anche dietro il movimento femminista esistono i massoni e gli illuminati. Infatti in un’intervista rilasciata dal produttore cinematografico americano e politico Aaron Russo (1943-2007) – che fu per un tempo amico di Nicholas Rockfeller (della potentissima dinastia bancaria e finanziaria dei Rockefeller che fanno parte degli Illuminati) – al giornalista Alex Jones, il Russo racconta che Nicholas Rockefeller un giorno gli chiese: ‘Secondo te, cosa è stato il movimento femminista?” e Russo gli rispose: “Beh, una cosa buona, la donna che si libera, non è più schiava, può uscire a lavorare, realizzarsi,…”, al che Rockefeller gli disse: ‘Vedi che non sai proprio niente? Siamo stati noi a finanziare e promuovere il movimento femminista. E vuoi sapere perchè? Per una serie di motivi, ma ti cito i due principali: Primo, se la donna lavora fuori casa, possiamo tassare anche il suo lavoro, cosa che non possiamo fare se lavora in casa; secondo, perchè così possiamo togliere i bambini fin dall’infanzia dal controllo della famiglia, e metterli sotto il controllo dello stato.’

E difatti la nota giornalista americana Gloria Steinem, che negli anni ’60 e ’70 era considerata portavoce e leader del femminismo negli USA, era un agente della CIA, che sappiamo è piena di massoni e illuminati, ed agì quindi sotto la direzione della CIA che finanziò segretamente il movimento della liberazione della donna.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: