John Perkins un sicario dell'economia pentito

 

John Perkins è l’autore di “Confessioni di un sicario dell’economia”
« I sicari dell’economia sono professionisti ben retribuiti che sottraggono migliaia di miliardi di dollari a diversi paesi in tutto il mondo. Riversano il denaro della Banca Mondiale, dell’Agenzia Statunitense per lo Sviluppo Internazionale (USAID) e di altre organizzazioni “umanitarie” nelle casse di grandi multinazionali e nelle tasche di un pugno di ricche famiglie che detengono il controllo delle risorse naturali del pianeta. I loro metodi comprendono il falso in bilancio, elezioni truccate, tangenti, estorsioni, sesso e omicidio. Il loro è un gioco vecchio quanto il potere, ma che in quest’epoca di globalizzazione ha assunto nuove e terrificanti dimensioni.»

 

 

Dietro al debito pubblico di molti stati, ci sono i poteri forti dell’economia e le grandi multinazionali, che hanno l’esclusivo interesse di accaparrarsi grosse fette di sovranità nazionale, grazie alle privatizzazioni ed alle ricche concessioni su cui riescono facilmente a mettere le mani.

 

 

John Perkins, saggista e attivista, dal 1968 al 1981 ha lavorato, come economista e consulente di pianificazione economica per conto del governo Usa e di grandi aziende statunitensi, nella demolizione di sistemi politici ed economici di paesi del secondo e del terzo mondo da sottomettere e portare nella sfera di influenza nordamericana.

0 Condivisioni

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: