Per anni ci hanno fatto credere che il capo della cupola era il contadino Totò Rina “con rispetto parlando dei contadini”, facendoci credere che la mafia si occupava di pizzo e pizzini, ma non era altro che il braccio armato della cupola romana, poi è arrivato Berlusconi, con lui hanno utilizzato armi piu sofisticate, dalle cimici alle intercettazioni, dalle accuse costruite a tavolino alle intercettazioni. Adesso che queste armi ben affilate si rivoltano contro gli intoccabili pupari… come disse uno di loro pace all’anima sua “non ci stò”

0 Condivisioni